Ca' Pesaro

La Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro conserva ed espone un’estesa collezione d’opere dell’Ottocento e del Novecento.

Si trova nel sestiere di Santa Croce, in uno dei palazzi più rappresentativi del barocco veneziano.

Il palazzo di Ca’ Pesaro

Il palazzo di Ca’ Pesaro fu costruito nella seconda metà del XVII secolo, commissionato dalla famiglia Pesaro. Il suo progetto fu opera di Baldassarre Longhena, l’architetto veneziano più importante dell’epoca, a cui si deve, inoltre, l’ideazione della Chiesa della Salute e di Ca’ Rezzonico.

Oltre ai Pesaro, nel palazzo visse la famiglia Gradenigo. Successivamente, l’edificio fu utilizzato come istituto scolastico dai Padri Armeni Mechitaristi, per poi essere acquisito dalla famiglia Bevilacqua. Il palazzo appartenne a Felicita Bevilacqua La Masa, che le diede la funzione di museo e lo donò, con questa finalità, alla sua città.

L'edificio è diviso in tre piani e conserva eccellenti affreschi di maestri come Bambini, Pittoni, Crosato, Trevisani e Brusaferro. L’affresco più famoso, “Zefiro e Flora” di Tiepolo, fu trasferito, nel 1935, nel Museo di Ca’ Rezzonico.

Una delle zone più spettacolari del complesso architettonico è il suo enorme atrio, costruito intorno a una vera da pozzo.

La collezione di Ca’ Pesaro

La Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Venezia fu fondata dal principe Alberto Giovannelli, quando nella seconda Biennale di Venezia (1897) acquistò sei opere d’artisti italiani e stranieri e le donò al comune di Venezia. Altre persone seguirono il suo esempio e persino il Re Vittorio Emanuele III contribuì ad incrementare la collezione con la donazione di quattro dipinti. La Galleria Internazionale d'Arte Moderna occupò, in primo momento, una delle case di Ca' Foscari, per poi trasferirsi, nel 1899, nel palazzo di Ca’ Pesaro, uno spazio espositivo più grande, più adatto ad accogliere la ormai estesa collezione.

Al giorno d’oggi, la Galleria d’Arte Moderna di Venezia conserva dipinti e sculture del XIX e XX secolo, con capolavori di Klimt, Chagall, Kandinsky, Klee e Moore. Fra i dipinti più importante del museo, vi è la “Giuditta II (Salomè)” di Klimt, acquisita dal comune di Venezia dopo la sua partecipazione alla Biennale del 1910, edizione dell’evento in cui il pittore austriaco espose 22 opere.

Oltre ai lavori di famosi artista internazionali, fra le opere presenti nel museo ci sono alcuni capolavori di maestri italiani del Novecento, come Boccioni, De Pisis, Sironi, Morandi, De Chirico e Burri.

Le sale del secondo piano di Ca’ Pesaro sono dedicate alle mostre temporanee, mentre il terzo piano è occupato dal Museo d’Arte Orientale, uno dei centri espositivi dell’arte asiatica più importanti d’Europa, dove si trovano interessanti oggetti e opere cinesi e giapponesi.

Nel 2013, il museo inaugurò, nelle sale del primo piano, un nuovo e innovativo percorso espositivo, chiamato “Colloqui”, dove si palesano – grazie al confronto di opere e alla presenza di documenti – le influenze più significative nel percorso artistico di alcuni grandi maestri del Novecento.

Archivio, Fototeca e Biblioteca

Il palazzo di Ca’ Pesaro accoglie un Archivio fotografico, una Fototeca, con 6.000 pellicole e una raccolta di vari album, ordinati in ordine alfabetico per autore.

A Ca’ Pesaro si trova, inoltre, un’importante Biblioteca specializzata in storia dell’arte dell’Ottocento e del Novecento.

Merita la pena?

Il palazzo che accoglie la Galleria Internazionale d’Arte Moderna è un capolavoro dell’architettura barocca veneziana ed è consigliabile vederlo, almeno dall’esterno. Dal vaporetto, attraversando il Canal Grande, si può contemplare la sontuosa facciata del palazzo.

Per quanto riguarda il museo, la sua visita è consigliabile agli appassionati d’arte contemporanea e a coloro che vogliono vedere da vicino alcuni capolavori di Klimt, Kandinsky, Klee o dei maestri italiani Boccioni, De Pisis, Sironi e De Chirico.

Orario

Da martedì a domenica, dalle ore 10:00 alle 18:00 (ultimo accesso alle 17:00).

Prezzo

Adulti: 10,50€.
Bambini e dai 6 e i 14 anni: 8€.
Studenti dai 15 ai 25 anni e maggiori di 65 anni: 8€. Titolari di Carta Rolling Venice: 8€.
Bambini minori di 5 anni: Ingresso gratuito.

Trasporto

Vaporetto: San Stae, linea 1.